Verbale del Consiglio regionale del 18 dicembre 2010

VERBALE DEL CONSIGLIO REGIONALE

18 dicembre 2010

Tenutosi presso Centro Studi e Documentazione Scout Mario Mazza – Genova

Alle ore 15,30 ~ il Segretario Regionale dopo aver controllato le presenze, dichiara valido il consiglio e dà inizio ai lavori. Sono presenti il Segretario Regionale A. Bavassano, l’Assistente Regionale Don Franco Anfossi, il Vice Segretario Nazionale M. Rocca, il Consigliere Nazionale R. Ursino, e i Consiglieri regionali eletti R. Montaldo Bisso, M. Caputo, sono inoltre presenti i referenti delle Pattuglie Permanenti o responsabili di progetto E. Casari, G.L. Pedemonte, M. Bargagliotti, G. Vinciguerra e il tesoriere G. Lano. Tutte le comunità della Liguria sono presenti con il Magister o suo delegato.

Bavassano – porge i saluti a tutti i partecipanti e ci comunica, prima di dare inizio ai lavori, che:

  • Mario Rocca è stato nominato membro effettivo del Comitato Esecutivo Nazionale del Masci con incarico allo Sviluppo ed è anche stato nominato Vicesegretario Nazionale;
  • Roberto Ursino è stato nominato presidente della Commissione del C.N.’Antonacci’ che si occuperà di Educazione permanente e di Sviluppo.

Sono incarichi importanti e di responsabilità che evidenziano quanto siano alte la stima e le attese di tutto il Masci Nazionale nei confronti di Mario e Roberto, ma anche verso il Masci Ligure tutto.

Rocca – ci relaziona su come si sono svolti l’ultimo CN e il primo CEN, composto da persone di esperienza e di qualità il che fa ben sperare per il lavoro dei prossimi tre anni.

Ursino – anticipa che uno dei compiti della Commissione da lui presieduta sarà quello di scrivere un manualetto di ‘Scoutismo per Adulti’ a disposizione di tutti gli AASS, e che sarà suo compito far sì che le regioni che producono materiale su educazione permanente e sviluppo, si parlino e si rendano disponibili a scambiare le varie esperienze.

Don Anfossi – Ci introduce nel vivo della riunione con un pensiero sull’imminenza del Natale: ci ricorda che Gesù è un principe di pace e amore, che nella sua vita terrena ha predicato pubblicamente per circa tre anni, e che ora tocca a noi, costruire amore e pace. Natale nel segno di Gesù: ognuno di noi deve fare la propria parte, il Natale ci chiede questo impegno.

Bavassano – Evidenzia come usanza i segni di ‘speranza’ del periodo: il coinvolgimento nei problemi della ‘Città’ iniziato con la riflessione sull’Acqua guidata dal Prof. Cosulich; la partecipazione attiva e propositiva di 64 AASS Liguri all’ultima Assemblea Nazionale; la ‘Rete’ tra le associazioni che sta prendendo forma dopo il riuscito incontro di novembre allo Starhotel; il ‘Tour Virtuale in Terra Santa’ offerto da Don Anfossi  durante una splendida e partecipata serata a Nervi in una logica di sussidiarietà ormai operante tra le comunità; il fervore del lavoro delle Pattuglie Regionali Permanenti; il rinnovo dei magisteri di 4/5 comunità segno di continuità e di voglia di superare le criticità; ed infine Paoletta Viglienzone sposa, auguri!!!!

Distribuisce quindi un documento (allegato 1) con le riflessioni del CER sul lavoro e la partecipazione della Regione all’A.N. di Principina, ne dà lettura e inizia il giro ti tavolo sulle impressioni e valutazioni dei partecipanti:

  • Tani G.: positiva la presenza di tanti scout, forse giornate un po’ noiose dovute alla lettura di mozioni troppo lunghe, mi ha deluso il caminetto sulla catechesi per adulti, mi aspettavo discussione e dibattito su esperienze utili alle comunità che sono senza assistente, gli interventi si sono limitati all’esposizione delle attività fatte.
  • Pedemonte G.: ho partecipato al caminetto su come trovare fondi per le comunità, è stata un’esperienza positiva.
  • Turchi P. (nuovo magister della comunità Valpolcevera): è appena stato eletto con un percorso di condivisione delle responsabilità che ha consentito di superare le iniziali criticità.
  • Gorrini M.S.: secondo quello che ci ha raccontato Molini, nostro delegato d’ufficio’, non tutte le aspettative di chi ha partecipato sono state affrontate.
  • Bonabello C.: la nostra comunità (Sampierdarena) è ancora in rodaggio, con alcuni nuovi iscritti speriamo bene pere il 2011.
  • Migliazzi G.: per me prima esperienza nazionale, positiva per conoscere altre persone, bene per le proposte liguri passate peccato per quelle non passate per pochi voti, sono stato riconfermato come magister.
  • Bargagliotti M.: raccomando al CN per le prossime assemblee, in particolare per i caminetti, di scegliere animatori più preparati e capaci di gestire la discussione oltre il discorso di relazionare su esperienze personali, se si vogliono usare le linee programmatiche devono essere limitate nella forma e nel  contenuto.
  • Montalbano A.: un po’ delusa dai caminetti, perché raccontavano tutti esperienze personali, solo una persona ha proposto la partecipazione di almeno uno per comunità alle isole, nell’insieme è stata un’esperienza positiva.
  • Cristina A.(nuovo magister di Pietra Ligure):  le elezioni sono state un pochino sofferte, è la prima volta che partecipo come delegato, mozioni troppo lunghe, mi ha fatto piacere partecipare per conoscere e contattare altri AASS parlare di esperienze per nuove idee in comunità.
  • Guerrizio E.: caminetti erano scadenti in particolare i referenti non hanno riportato nella relazione tutto quello che è emerso, è mancato un certo stile di gestione e partecipazione all’Assemblea da parte delle gerarchie del MASCI.
  • Contardi R.: sono stata riconfermata come magister, per me prima partecipazione ad assemblea, interessante per conoscere altre comunità, delusione per i caminetti (servizio), ho sentito parlare solo di politica, il moderatore ha perso di mano il caminetto, positiva la condivisione dei beni sequestrati alla mafia, in generale esperienza negativa, aspettavo di più da parte della stampa (Avvenire).
  • Vinciguerra G.: per l’organizzazione molto migliore delle precedenti, positivo come stile, un terzo dei votanti era assente al momento del voto sulle mozioni, delegati poco informati, caminetti molto approssimativi tirato troppo a lungo, per scambiare esperienze si va alle isole, la relazione finale deve essere fatta da tutti non dall’animatore, almeno nell’ultimo documento sono state recepite alcune linee programmatiche della Regione, si può migliorare.
  • Don Anfossi F.: come molte volte succede i relatori dei caminetti, si ritrovano senza sapere cosa fare, sarebbe opportuno avere incontri e documentazione in anticipo per prepararli, nell’assemblea durante le votazioni dividere meglio i settori per i delegati e per gli osservatori.
  • Abate A.: un’assemblea scout in hotel a quattro stelle non è bello per l’essenzialità, assemblea prossima vedere se possibile migliorare questo aspetto, nelle mozioni manca l’essenzialità dello scoutismo.
  • Moreno A.: nella nostra comunità è stata eletta Ferrua M. e anche io mi sono reso disponibile a partecipare al magistero, cercheremo di ripartire lasciando da parte le problematiche politiche e fare più scautismo per stemperare il clima all’interno della comunità.
  • Predonzani A.: ho partecipato anche se non delegata, il clima non andava bene per qualche caduta di stile e per atteggiamenti d’insofferenza da parte dei delegati, alcuni distratti mentre altri sono andati in gita, i caminetti dovrebbero essere di crescita scambio di esperienze, devono essere guidati da persone esperte, anche non appartenenti al movimento, le mozioni sono piaciute per l’adultità dell’impegno che ci rende responsabili.
  • Casari E.: concordo con quanto è stato detto sui caminetti, preparare meglio i conduttori, in generale l’assemblea molto partecipata.
  • Mapelli L.: per me è la prima esperienza a un’assemblea nazionale, interventi del Presidente un po’ condizionanti, le linee programmatiche sono rimaste nel vago, nel caminetto si è tergiversato non si è arrivati al dunque necessario più tempo (stile Alghero), la relazione finale poco convincente, molto bella la veglia, nei momenti dei pasti fare più aggregazione.
  • Cavallo E.: nel mio caminetto ‘Comunità’, Toni Cecchini è stato bravo, abbiamo lavorato molto, bene assemblea in generale buona, forse deve essere un po’ più ordinata.
  • Ursino R.: a proposito di essenzialità all’ultima AN alcuni AASS hanno dormito in tenda, altri in roulotte e per i pasti si sono appoggiati all’hotel.
  • Caputo M.: sicuramente la discussione in certi momenti (specie per quanto riguarda le mozioni) è stata pesante d’altra  parte è necessario dare l’opportunità a tutti di parlare

Nuovo calendario attività regionali

E’ confermato per il 23 gennaio il prossimo CR congiunto con l’AGESCI, molto probabilmente si terrà preso l’Istituto Calasanzio, seguiranno dettagli logistici. Rispetto alla bozza fornita con la convocazione, si propone lo spostamento della data per la giornata dello spirito dal 3 aprile al 27 marzo, poiché alcune comunità non avrebbero potuto partecipare per impegni assunti in precedenza, approvato all’unanimità per alzata di mano (allegato 2).

Caputo – relaziona sull’incontro che si è tenuto il 13 novembre allo STARHOTEL di Genova organizzato da le ACLI, l’AGESCI e il MASCI; è stato molto positivo e partecipato, un centinaio di persone hanno ascoltato l’introduzione del Vice Ass.Nazionale di Azione Cattolica Mons.Ughi e la testimonianza delle esperienze  e dei programmi di una decina di associazioni ecclesiali e di servizio della diocesi genovese. E’ senz’altro un’esperienza in cui investire tempo e risorse è opinione comune che dobbiamo dialogare e lavorare assieme, in primavera è previsto un nuovo incontro, sarà comunicato per tempo data e luogo, è necessario divulgare meglio tramite stampa e mass media quanto emergerà da questo cammino comune ecclesiale. Distribuzione a ogni rappresentante di comunità del libretto “Voi siete la luce del mondo”.

Casari – il 23 gennaio si terrà il CR congiunto con il Comitato Regionale più Zone AGESCI, ci saranno dei momenti condivisi e altri separati: da condividere, oltre al pranzo e alla S. Messa, sono previsti scambi d’esperienze e testimonianze sul lavoro comune tra MASCI e AGESCI svolto sia a livello Regionale che a livello locale. Alcune comunità potrebbero raccontare le esperienze sviluppate con l’Agesci locale: si suggeriscono Albenga, Cornigliano e La Spezia, verificando che ci può essere ‘materiale’ da proporre. Si richiede ai Magister delle comunità citate di produrre una paginetta, condivisa in comunità e possibilmente con l’Agesci locale, sulla testimonianza che potrebbero presentare nello spazio iniziale del Consiglio (una quindicina di minuti all’interno dell’oretta di attività comune prevista), da far avere entro il 16 gennaio 2011 a Casari responsabile pattuglia MASCI AGESCI.

Bavassano – poiché Roberto Ursino è stato nominato presidente della Commissione del C.N.’Antonacci’ che si occuperà di Educazione permanente e di Sviluppo, per alleggerirlo nel suo nuovo incarico e tenere separate responsabilità e competenze, il CER propone di sostituirlo temporaneamente con Alessandro Bavassano quale nuovo temporaneo referente della Pattuglia Regionale allo Sviluppo. Naturalmente saranno bene accetti i contributi e la collaborazione di Roberto. La pattuglia è composta oggi da Predonzani. Cavaliere, Bona, Zoppi e la new entry Profumo Maria Pia di Cornigliano.

Predonzani – relaziona sul lavoro della Pattuglia Sviluppo, il lavoro non è semplice, i risultati non possono arrivare da un momento all’altro, si gettano semi sperando che crescano, preparato un sussidio in power point e un dvd, se le comunità hanno del materiale fotografico o video sul servizio e sulle varie attività che fa il MASCI farlo pervenire alla pattuglia per poterlo integrare ed utilizzare,. Si ricorda che dal 18 al 20 marzo si terrà un work shop sullo sviluppo a Roma a villa Molas.

Bargagliotti – (formazione) abbiamo iniziato a lavorare ed entro gennaio le comunità saranno informate sulle modalità di sviluppo dell’argomento scelto per il 2011/2012, con tema “In cammino per cercare nuovi orizzonti: morale ed etica personale e delle istituzioni’. Il lavoro sarà organizzato tipo il ‘Bene Comune’.

Per “Cosa bolle in pentola” numero gennaio 2011, le comunità comunicano a Caputo i loro programmi, è necessario comunicarli in tempo utile per poterli rendere noti a tutti anche con questo strumento .

Cavallo – ricorda il lavoro di completamento che le comunità si sono impegnate a fare sulle vie Francigene: necessario concludere il tutto per Maggio 2011.

Vinciguerra- il nuovo sito è stato spostato su di un server più veloce le notizie da oggi le troverete su www.masciliguria.org. Entreranno in  gioco in tanti, oltre ai due amministratori Alberti (Tigullio) e Vinciguerra, potranno pubblicare su spazi concordati le comunità e le pattuglie. Prossimamente sarà comunicata la data per l’inizio dell’addestramento per i collaboratori, siete pregati di iscrivervi alla mailing list al fine di ricevere tutti gli aggiornamenti e comunicazioni per posta elettronica. Nei primi mesi del 2011 sarà fornito via mail un manualetto e saranno organizzati dei brevi corsi di introduzione alle nuove possibilità di interazione con il sito.

Bavassano – ricorda che a gennaio dal 17 al 19 ci sarà un campo per gli assistenti, e che sono a disposizione per gli eventuali partecipanti le ‘borse campo’ stanziate dalla regione per favorire la partecipazione ai campi degli AASS. Censimenti : ricorda che entro il trentuno dicembre dovranno essere completati, con indicazione dei nuovi magister e l’aggiornamento delle mail variate, di far pervenire una copia alla segreteria del regionale, si possono inviare anche per posta elettronica al S.R. o a Giancarlo Lano. È distribuito il preconsuntivo 2010 ed la previsione 2011, costruita sulla base delle principali voci di entrata e di spesa consuntivate negli ultimi 5 anni, sui costi fissi della banca si proverà a ricontrattare.

Distribuzione di un depliant esplicativo sulla fondazione delle Gioiose, le comunità che hanno voglia e tempo per collaborare praticamente ai lavori per la base di Vara, prendano contatto con i responsabili:

  • Giorgio Jester             – tel 335 376893
  • Mariangela Rebagliati            – tel 347 8449241

Distribuzione di riepilogo ( allegato 3 ) con i nuovi contatti – mail e telefoni – del Consiglio Regionale aggiornati al 18 dicembre 2010.

Magrone – indorando la ‘pillola’ con le sue ottime meringhe comunica che non sarà più magister del Tigullio e che al prossimo consiglio regionale verrà presentato il nuovo: grazie Sergio per la semina e il consolidamento della tua Comunità, continua in altre forme!

Ore 19,15 circa chiusura del consiglio regionale con la preghiera proposta da Agata, e spostamento alla stazione di Ge Principe per accogliere la Luce di Betlemme che arriverà alle ore 20,02, con successiva veglia che si terrà presso la parrocchia della Maddalena.