Consiglio regionale Masci – Agesci

[mypdf file=”2011/01/volantinocrmasciagesci” title=”Volantino Consiglio Regionale” ]

[mypdf file=”2011/01/cr20110123″ title=”Verbale Consiglio Regionale” ]

Domenica 23 gennaio 2011: L’incontro era molto atteso e finalmente il momento è arrivato: il primo Consiglio Regionale congiunto dell’Agesci e del Masci Liguria che corona un lavoro di reciproca conoscenza e promosso della Commissione mista regionale.

L’obiettivo era quello di una maggiore reciproca conoscenza  tra le due associazioni e della promozione di incontri e attività comuni sul territorio.

Ci siamo così ritrovati numerosi presso l’Istituto Calasanzio a Genova Cornigliano, sede della locale Comunità Masci e del gruppo Agesci Genova 56.

L’atmosfera è stata subito di fraternità e piacere di essere presenti per l’occasione

La preghiera iniziale è seguita da una breve cerimonia con la quale ognuno si è presentato col proprio nome facendo il segno di croce intingendo la mano nell’acqua del fiume Giordano, in sintonia col Vangelo del giorno che rivive l’inizio della predicazione di Gesù.

Ezio Casari ha ripercorso la storia dei passi compiuti nei rapporti Agesci Masci nel corso di sei anni che hanno consolidato nel tempo la ricorrenza di alcuni incontri: Il Jamboree on the Air e su Internet, La luce di Betlemme, il San Giorgio.

I rapporti sono cresciuti negli anni, nonostante l’avvicendarsi dei delegati delle due associazioni. L’incontro di oggi vuole mettere le basi per una collaborazione più duratura e più diffusa sul territorio.

Ecco allora la proposta di alcune esperienze già consolidate in alcune zone:

A Genova Cornigliano si svolgono incontri periodici tra la Comunità Capi ed il Masci per condividere anche momenti di gioia. Il Masci affianca periodicamente l’Agesci in attività mirate ai genitori dei ragazzi per meglio far comprendere la proposta dello scautismo

La Comunità di La Spezia e la responsabile di Zona Agesci hanno ricordato la collaborazione di lunga data con particolari momenti come la celebrazione del Centenario dello Scautismo, la promozione di convegni sul territorio, l’iniziative di solidarietà promosse all’interno della Diocesi, il progetto per il recupero del cibo da destinare ai poveri.

Ad Albenga il Masci è nato 25 anni fa da un gruppo di genitori di ragazzi dell’Agesci e la presenza ai campi come cambusieri non si è mai lesinato. La collaborazione tra le due associazioni prevede l’incontro alla Santa Messa parrocchiale, l’organizzazione di incontri e convegni.

È stato presentato l’Albo delle competenze che contiene i nomi di Adulti Scout con competenze specifiche a disposizione dell’Agesci e del Masci per incontri, interventi, partecipazioni a campi. Tutto coordinato dalla pattuglia mista regionael.

Altra forma di collaborazione tra l’Agesci ed il Masci Liguria è dato dalla nuova fondazione Le Gioiose.

Il nome ricorda le prime forme di scautismo cattolico a Genova di cui ricordiamo tra poco il centenario. L’obiettivo della fondazione è quello di promuovere lo scautismo e sostenerlo concretamente nelle sue necessità.  Nel concreto il primo obiettivo è la gestione della proprietà del campo regionale di Vara.

La prima parte della giornata si è conclusa con la messa a disposizione di tutti i partecipanti di documenti sui lavori svolti: il libretto sul Bene Comune per il Masci ed il “bilancio di missione” per l’Agesci.

La mattinata è proseguita con lavori separati dei due Consigli.

Abbiamo subito verificato che il consiglio regionale ha registrato un gran pienone: unica assente la Comunità di Imperia

Le Comunità di Pegli e Sestri prepareranno la giornata dello Spirito del 27 marzo

Nel prossimi mesi sarà lanciato il progetto regionale di formazione permanente in tempo utile per inserire gli appuntamenti nel programma delle Comunità del prossimo anno.

È seguita la presentazione del nuovo sito regionale: interattivo e che dovrebbe coinvolgere tutta la regione per raccontare la nostra storia.

Alle ore 13 ci siamo rincontrati per condividere il pranzo. È stato piacevole condividere pastasciutta, torte, vini ed esperienze. Solo il richiamo all’ordine del responsabile dell’Agesci ha fatto riprendere i lavori separati.

Nella seconda parte della riunione le Comunità di La Spezia e Chiavari si sono “quasi” rese disponibili a preparare la festa di Primavera delle Comunità della Regione.

Alessandro ha presentato i candidati proposti dal Masci, d’accordo con l’Agesci per la gestione del Centro Studi Mario Mazza.

Il  Consiglio regionale, dopo approfondito dibattito, ha  deciso di rispondere positivamente alla richiesta delle Branche Rover Scolte che richiedono la partecipazione di alcuni Adulti Scout al Carefour sul Bene Comune il prossimo maggio a Vara.

Chiude il Consiglio Regionale un giro di notizie e impressioni dei magister. Molte Comunità hanno in calendario attività legate alla celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Si decide di raccogliere il calendario di tutte le iniziative relative

La Santa Messa concelebrata dagli assistenti regionali ha concluso l’incontro.