E’ Festa di Primavera !!!!


Domenica 22 maggio 2011 oltre 100 adulti scout di tutta la regione e di tutte le Comunità (unica assente quella di Certosa) si sono incontrati presso la millenaria abbazia di Borzone per la Festa di Primavera. Un clima magnifico ha accompagnato gli Adulti Scout durante tutta la giornata.

[mypdf file=”2011/04/festa-di-primavera” title=”Cosa bolle in pentola festa di primavera”]

Arrivo allìabbazia
L'abbazia di Borzone
Arrivo del Segretario regionale

Il racconto della giornata di Laura Mapelli, Magistra del Tigullio

Caro diario di bordo,

verso le cinque del pomeriggio di questa penultima domenica di maggio, l’abbazia di Borzone ritrovava piano piano la pace e il silenzio che la contraddistingue. Chissà cosa avranno pensato quelle antiche mura quando un centinaio di scout adulti hanno incominciato ad affluire nel chiosco verso le nove del mattino e si sono registrati con ordine, comunità dopo comunità, in attesa che cominciasse la festa…

La preoccupazione maggiore, dopo il parcheggio per tutte le macchine in arrivo, era quella del tempo: se fosse stata una giornata di pioggia, addio ai percorsi studiati e poi variati per renderli accessibili anche a chi faticava a camminare…e i giochi, poi? Come possono giocare cento persone bagnate fradice? Sarebbe stato un disastro…invece c’era il sole, il cielo era terso e…faceva caldo già dal mattino…così, tanti buoni propositi sono comunque saltati in aria per il caldo eccessivo invece che per la pioggia…ben ci sta…noi pensiamo sempre di poter mantenere il controllo sulle situazioni e poi c’è sempre Qualcuno lassù che mette alla prova il nostro spirito di adattamento con imprevisti che non ci sognavamo di considerare…e sì che avevamo pensato anche alla carta igienica, per non parlare della spilla veramente artistica e dei libretti della Messa coi canti…

Quindi, siamo stati muniti di cartelli dagli aggettivi più negativi come “irraggiungibili” o “impreparati” e abbiamo ascoltato le parole della presentatrice e dei sociologi che ci mostravano la triste realtà dell’etica dei nostri giorni…abbiamo bisogno degli attrezzi giusti per guarire da questa sottile malattia che ci ha infettato e nella prima tappa – L’Europa ha radici cristiane – ci è stato chiesto di scrivere un articolo satirico in quindici righe che utilizzasse la parole assegnate, come “buonumore”, “sogno”, “fortuna”…

Il campanile dell'abbazia di Borzone
Accoglienza
L'accoglienza dei partecipanti
La presentazione della giornata

Siamo poi partiti per raggiungere la seconda tappa – Mancanza di valori e verità (relativismo) – dove abbiamo scoperto che tra noi si nascondeva un assassino e siamo rientrati alla base di partenza.

A questo punto è stato rimesso in discussione il fatto di camminare sotto il sole rovente, ma gli scout, si sa, mica si fermano facilmente e la maggior parte di noi ha proseguito il cammino nel sentiero dei ponti romanici…

La terza tappa – Noi scout – ci ha richiesto di scoprire le parole di speranza che si erano intrecciate sul foglio, ma per fortuna l’esito del gioco non ha pregiudicato il momento del pranzo e l’ora della pappa è trascorsa in allegria e all’ombra dei muri dell’abbazia…

A questo punto ci siamo rifugiati nella chiesa per svelare la quarta tappa – La costituzione italiana – seguendo un messaggio in codice morse, che non ho più sotto gli occhi e quindi sarà recuperato quando ci rivedremo…e c’è stato il taglio dei cartellini, così tutti siamo diventati “positivi” cioè “raggiungibili” e “preparati” ecc…

In attesa di don Vittorio abbiamo provato i canti e alle 15.30 celebravamo la S. Messa.

Ciliegina finale, nel chiostro ci aspettavano il tè freddo, le meringhe e i canestrelli, giusto per addolcire il rientro…

Caro diario, chissà se ti ho raccontato con precisione tutto…la cosa importante è che è stata proprio una bella giornata e un’ esperienza entusiasmante di collaborazione tra noi della comunità…pensavamo di essere in pochi, invece eravamo in dieci e ci siamo alternati nelle varie situazioni dove era richiesta la nostra presenza…sentivamo che la comunità di Spezia camminava con noi, anche se ci siamo incontrati poco e speriamo di aver trasmesso tutto quanto a chi ha avuto la pazienza di raggiungerci a Borzone. Ora viene il bello del lavoro e il senso della festa che ha lanciato il programma regionale per i prossimi due anni…ma lasciami ancora un po’ di tempo per gustare la soddisfazione del momento di gioia e di condivisione…dici che se urlo un “Grazie” forte,forte, mi sentono fino a Imperia?

Mary Gruber
Lancio del gioco
In attesa dell'inizio della giornata
In attesa dell'inizio della giornata
Al lavoro!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si parte
Si parte
In marcia
In marcia
Nel bosco
Nel bosco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In marcia sui sentieri
Verso l'abbazia
Nel bosco sul ponte romano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel bosco
Ci sono anche i bimbi al seguito dei genitori!
C'è anche la televisione!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I preparativi per la foto ricordo
La foto ai fotografi
Cancelliamo l'IM di impreparato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Capace
Capace!
La Santa Messa
L'abbate di Borzone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I saluti finali
Foto di gruppo
Foto di gruppo

Guida la tua canoa

L’impegno finale