La comunità di La Spezia celebra il Corpus Domini con quella di Capezzano (LU)

capezzano1

capezzano6Siamo giunti a Capezzano nel pomeriggio di sabato 21 giugno 2014 accolti calorosamente dal Magister Luca e i componenti della sua comunità, sistemazione nell’oratorio in camerette molto confortevoli, cena con delitto alle 21,00 organizzata e animata fra una portata e l’altra dal gruppo Agesci – Capezzano 1 nel campetto dell’oratorio. In una atmosfera molto conviviale con genitori parenti, amici e don Angelo parroco e assistente scout, abbiamo gustato delle portate veramente prelibate. Alle ore 22,30 partenza per Camaiore per vedere la creazione dei tappeti di segatura (“pula” nel dialetto locale), che vengono realizzati da gruppi di artigiani nella notte tra sabato e domenica. Ma la preparazione di questi “quadri” inizia molti mesi prima: si parte con la scelta del soggetto, ispirato a temi religiosi o sociali; si procede poi alla preparazione dei pannelli di compensato traforati, che serviranno da stampi per la realizzazione delle immagini. Infine, un materiale povero quale la segatura viene unito ai colori all´aniline, disciolti in acqua, per riprodurre un´ampia gamma di sfumature cromatiche e di tonalità.

La comunità cittadina di Camaiore celebra il Corpus Domini con una processione fin dalla fine del ‘400, come attesta un documentocapezzano3 conservato nell´Archivio Storico del comune, che risale al XV sec. Questa solennità continua ad essere citata in diverse delibere e documenti nell´arco dei secoli, testimoniando la forte adesione della popolazione e delle istituzioni. La tradizione dei tappeti inizia ad affermarsi nel corso dell´800; sembra che questa usanza sia nata con i servitori spagnoli al servizio dei Borbone.

 

Domenica mattina siamo ritornati a Camaiore per partecipare alla S. Messa e alla processione per le vie della città. Intanto nella mattinata aveva raggiunto Capezzano anche il Segretario Regionale della Toscana Marino Monachini e con Don Angelo abbiamo pranzato nell’oratorio. Subito dopo al lavoro sul sagrato della chiesa per la realizzazione del tappetto e sotto l’esperta e paziente guida degli amici ospitanti abbiamo cercato di fare del nostro meglio per acquisire le tecniche da usare nelle varie fasi del progetto. E’ stata una esperienza esaltante e molto gratificante per quello che siamo riusciti a fare insieme.  Abbiamo partecipato alle 18.00 alla S. Messa e al termine della stessa alla processione per le vie del paese.

Alle 19,30 fraternamente ci siamo salutati con l’impegno di sentirci e rivederci per organizzare la prossima distribuzione della Luce di Betlemme.

capezzano4

capezzano2