La Festa per Don Gallo: la partecipazione attiva alla vita del municipio.

Chi dice che agosto è tempo di vacanza per il M.A.S.C.I.?

Il giorno 13 agosto  il nostro Magister Roberto è stato invitato a partecipare ad una riunione in Municipio per vedere se ci fosse stata la disponibilità ad impegnarsi nell’organizzazione di una Festa per ricordare Don Andrea Gallo, nato a Certosa, proprio in Valpolcevera.

Non era solo. Ha partecipato alla riunione un bel numero di persone di varie associazioni ed istituzioni del territorio che ben volentieri si sono dichiarate disponibili per una corsa contro il tempo:

Organizzare in 15 giorni una Festa con musica, sfilata storica, giochi, dibattiti, testimonianze,  stand gastronomici e di presentazione delle associazioni.

La corsa è stata vinta e così da venerdi a domenica, nel bel giardino della villa, sede del 5° Municipio Valpolcevera, si è tenuta la Festa.

Nella parte posteriore della villa sono stati allestiti una decina di stand delle varie associazioni che hanno aderito all’iniziativa, illustrando le proprie attività. Anche la nostra Comunità ha allestito il proprio stand con una serie di cartelloni che sintetizzano i principi dello scautismo adulto cercando di dare un’idea delle attività che normalmente si svolgono durante l’anno.

Durante la presenza allo stand, sono state messe le basi per una futura collaborazione con altre associazioni. C’è chi ha chiesto se siamo disponibili ad organizzare la cena di fine anno per i loro associati e chi ci coinvolge nell’organizzazione di un momento di incontro e formazione per gli adulti di entrambe le associazioni. Bene!

Il M.A.S.C.I. aveva dato la disponibilità per cucinare il minestrone nei giorni di sabato e domenica e così è stato. e’ un servizio che svolgiamo abitualmente da molti anni alle feste di gruppo dell’Agesci, quasi in automatico. Questa volta è stato più bello trovarsi fianco a fianco con altri “cuochi” volontari che per due giorni si sono prodigati per sfornare frisceu, grigliate, piatti sud americani, dandosi una mano l’un l’altro.

Considerando che è stata la prima edizione della festa, il pubblico è intervenuto in numero soddisfacente, dando fondo a tutte le riserve mangerecce, divertendosi con i vari concerti che si sono susseguiti nelle diverse serate.

Per la Comunità Masci Valpolcevera sono stati due giorni di impegno intenso che ha coinvolto un pò tutti.

Credo sia un impegno da continuare anche in futuro.