La Comunità di La Spezia ha un nuovo magister

In data 7 giugno 2015, la Comunità di la Spezia ha eletto il nuovo magistero.

Il nuovo Magister è Carlo Grasso, gli altri componeneti il magistero sono Eloisa Guerrizio e Tiziana Ferrari

Ma chi è carlo Grasso? Ce lo spiega lui stesso.

Sono entrato nel MASCI nel novembre 2013 rispondendo al richiamo della strada a nome della comunità attraverso il nostro A.E. Don Carlo BRIZZI con il quale ho condiviso tanti anni belli e difficili dello scautismo spezzino.

Bene, sono entrato alla fine del 1967 nel giovane reparto delle Squadriglie Libere allora di Commissariato unica esperienza in Italia ideate da tre capi spezzini (Franco Cimma, Alessandro MARTINELLI e Paolo TORACCA) per sviluppare lo scautismo nel territorio.

Ho proseguito il sentiero raggiungendo la “1° Classe “con la responsabilità di Capo Squadriglia svolta per due anni ho proseguito con il noviziato biennale e la firma della carta di clan e in ultimo ho preso la Partenza entrando in Comunità Capi nel 1976.

Anni difficili, belli ma duri la neonata AGESCI doveva ancora darsi le regole per natura umana questo ha comportato forti discussioni nei territori e opposte posizioni caratterizzando la vita delle comunità capi e dei gruppi.  Oggi mi trovo in comunità con adulti scout che allora erano su posizioni diverse …chi lo avrebbe detto il miracolo del tempo e dello scautismo…

Come capo ho svolto l’incarico di capo reparto dal 1976 al 1987 diventando da quell’anno sino al 1998 capo clan. Nel biennio 1985 – 1987 sono stato consigliere nazionale e ho partecipato attivamente a due Consigli generali dell’associazione. Dal 1989 al 1992 ho ricoperto l’incarico di Responsabile di Zona e di Capo del gruppo LA SPEZIA 2.

Nel 1998 per eccesso di impegno sindacale ho lasciato l’associazione.

Nel sindacato CISL sono entrato appena assunto nel 1979 e ho ricoperto incarichi dal livello di base alla segreteria territoriale sino al 2010 (non in modo continuativo per vicende legate alla condivisione o meno delle politiche sindacali che urtavano spessissimo con “la mia coscienza “); Probabilmente sono l’unico sindacalista che è tornato al suo posto di lavoro dopo il distacco sindacale….

Nel periodo post sindacale e pre Masci ho contribuito nella mia parrocchia di S. Rita allo sviluppo del gruppo Missionario raccogliendo fondi per l ‘AIFO e in particolare per un progetto in Congo al seguito della Dottoressa Chiara CASTELLANI ex scout del Parma 4; la concezione molto diluita del volontariato e non parliamo del “Servizio “mi ha orientato (scelta meditata più volte ma mai attuata) di entrare finalmente nel MASCI.

Sono sposato con Letizia (anche lei nel MASCI ma part – time) dal 1982; abbiamo due figli Marta e Luca che ci hanno dato (per ora) due nipoti Samuele e Alice (quest’ultima in arrivo oggi).

Lavoriamo entrambi come dipendenti al Ministero della Difesa a La Spezia.

Abbiamo in casa la mia mamma che a gennaio compirà 99 anni (per questo il part-time associativo di Letizia) mamma che al tempo ha permesso a tutti e due di dare continuità al servizio nello scautismo.

Sono diplomato al Liceo Artistico di Carrara e aimè ho frequentato tre anni all’Accademia di Belle Arti sempre di Carrara non terminando gli studi anche per colpa principalmente dell’amore e passione per lo scautismo.

Questo è quanto della mia umana avventura

Carlo Grasso