CENTENARIO DELLO SCAUTISMO RIVAROLESE

Il quartiere rivarolese di Genova è decisamente una culla dello scautismo senza età: tre gruppi Agesci (Genova 51, 52, 100) e due Comunità M.A.S.C.I. (Valpolcevera e Certosa).
Tutto è iniziato nel 1919 quando un gruppo di scout guidati da Mario Mazza, passando davanti alla chiesa di Rivarolo, fu fermato dai giovani del posto incuriositi da quelle uniformi…

Fu da quell’incontro che nacque lo scautismo rivarolese che in questo secolo ha educato migliaia di ragazzi e adulti e continua a farlo con lo stesso entusiasmo.

Domenica 12 maggio 2018 abbiamo vissuto un’intensa e bella giornata in Piazza Pallavicini, dove l’Agesci ha costruito una struttura in tronchi e legature che incorpora palo bandiera ed altare rialzato. Il Masci ha attrezzato la mostra su ventuno “verbi scout”: guidare, costruire, celebrare… ogni verbo un cartellone con una breve spiegazione e tante foto di ogni epoca a commento del verbo stesso.

La mattinata è trascorsa tra giochi e tornei per i ragazzi. Il pomeriggio si è aperto con la cerimonia della benedizione della targa commemorativa sistemata di fronte alla chiesa. Poi tutti in piazza per ritrovare amici di ieri e di oggi.

L’alzabandiera ha aperto la cerimonia con gli intervenuti dell presidente del Municipio Valpolcevera, del segretario regionale del Masci e dei responsabili dell’Agesci.

Dopo la recita della legge ed il rinnovo della promessa scout, è seguita la Santa Messa concelebrata da alcuni assistenti scout di ieri e di oggi.

La giornata si è conclusa con le foto di rito. Arrivederci tra cent’anni.