Santuario di Soviore

Consiglio Regionale nelle terre alluvionate: il 22.1.2012 a Soviore di Monterosso

Lo Scautismo a fianco delle popolazioni che recentemente hanno subito l’alluvione

[mypdf file=”2012/01/convcr20120122″ title=”Convocazione Consiglio regionale”]

[mypdf file=”2012/01/convenzionetappii” title=”Convenzione raccolta tappi”]

[mypdf file=”2012/01/cr20120122″ title=”Verbale del Consiglio Regionale del 22.1.2012″]

[mypdf file=”2012/01/calendarioregionaleaggiornato20120122″ title=”Calendario Regionale aggiornato al 22 gennaio 2012″]

Il Santuario di Soviore
Il Santuario di Soviore

Qualcuno è venuto per vedere il mare, perchè qualche anno fa, in occasione del Bivacco dello Spirito le nuvole basse avevano offuscato per due giorni l’incanto del golfo di Monterosso al mare.

Tutti sono venuti anche per testimoniare la vicinanza alle popolazioni colpite dall’alluvione dell’autunno scorso.

Il programma prevedeva il secondo Consiglio Regionale congiunto tra Agesci e Masci, dopo l’ottima riuscita del gennaio scorso ed il lavoro assiduo della pattuglia Agesci Masci nel corso dell’ultimo anno.

Nessuno si è fatto scappare l’occasione: tutte presenti le Comunità liguri. Assente giustificata Imperia.

In effetti le facce iniziano ad essere note e l’incontro sempre più fraterno.

L’apertura del Consiglio Regionale è prevista per le 9,30 e la prima parte si svolge nel più antico santuario Mariano della Liguria….. più freddo dentro che all’aria aperta.

Dopo una preghiera comune e la presentazione dell’incontro, i due Consiglio congiunti hanno condiviso i progetti per l’anno in corso e proposto occasioni di partecipazione alle attività proposte.

I Consigli regionali sono poi proseguiti separatamente in due sale attigue. La folta partecipazione ci ha obbligati  pò allo stretto, ma al caldo dei cuori…

La presentazione della giornata
La presentazione della giornata

Come al solito Alessandro ha iniziato condividendo alcuni segni di Speranza:

– La Cena pre natalizia organizzata dalla Comunità di Sampierdarena, che sa rinnovare negli anni la proposta e coinvolgere sempre nuove persone, anche giovani interessati alla proposta Masci. Presente anche la mitica Magistra Piera che, nonostante il passare degli anni, non ha voluto mancare all’appuntamento.

– Il pellegrinaggio alla Madonna della Guardia organizzato dalla Comunità di Pegli, che ha anche un nuovo Magister: Vittorio Mastrorilli.

– La luce di Betlemme, organizzata quest’anno con il pieno coinvolgimento dell’Agesci che è stata da traino e pungolo per un lancio alla città con la partecipazione di tanti ragazzie adulti scout, oltre che del Sindaco Marta Vincenzi e del presidente della Regione Burlando.

L’elenco dei segni di Speranza questa volta è stato particolarmente lungo a testimonianza di un Movimento impegnato e consapevole:

L’impegno per l’organizzazione della Pattuglia Masci Agesci per l’organizzazione della prossima giornata del Pensiero

La presentazione del progetto regionale
La presentazione del progetto regionale

L’impegno della Comunità del Tigullio per la Colletta alimentare con un risultato tangibile oltre le più rosee aspettative.

L’impegno della Comunità di Pietra Ligure per la gestione di un banchetto per il riutilizzo degli abiti usati con offerta a favore della Caritas.

La condivisione della Comunità di  Albenga delle varie attività che hanno reso più forte la Comunità per il superamento delle difficoltà degli ultimi tempi.

I prossimi 100 anni di scautismo a Nervi.  La veglia di Natale che ha visto coinvolti anche coloro che non sono più nelle associazioni.

L’impegno della Comunità di Cornigliano per aprirsi al quartiere:  Gli adulti scout sono entrati  nella commissione aree dismesse di Cornigliano ed hanno offerto il loro servizio di supporto alla giornata del giornata del cioccolato.

L’impegno della Comunità di Rivarolo per reperire fondi per la chiesa parrocchiale che necessita di urgenti lavori di ristrutturazione.

L’impegno della Comunità di Pegli per la raccolta di vestiti per bambini del Perù. Hanno dovuto sospendere la raccolta per l’ingente risposta dei pegliesi.

Consiglio regionale
Consiglio regionale

Dopo le cose serie siamo arrivati ai tappi….

Non è proprio così: la prossima firma della convenzione per la raccolta dei tappi a favore del centro di Mondialità di Livorno vede coinvolto il Masci genovese (solo per ora) di fianco a Coop e Amiu. Il ruolo che ci siamo ritagliati è forse quello che è più consono al nostro essere: la diffusione del progetto, soprattutto tra i giovani e le scuole.

Mentre si firmano i fogli c’è comunque l’impegno di anni che prosegue con la raccolta e la consegna del P.E. dei preziosi tappi, non più in forme “carbonare”, ma direttamente presso l’isola ecologica di Pra ogni terzo sabato del mese.

Tre volontari, Paola, Nando ed Ermanno  saranno i referenti del Masci per i rapporti con gli altri enti coinvolti nel progetto che ha anche un nome: L’ACQUA PER L’ACQUA.

Siamo poi tornati a parlare del Progetto di Formazione permanente regionale: Etica personale ed Etica delle istituzioni.

Il tempo non è molto e quindi da gennaio si incontrano la pattuglia formazione con l’esecutivo per monitorare il percorso.

Tutti i Magister sono stati chiamati a rispondere a due domande:

-a che punto siete?

– qual’è il prodotto che presenterete ad aprile?

C’è chi ha dato risposte esaustive, segno di un lavoro avviato e idee chiare e chi ha titubato un pò…. c’è tempo per recuperare. Comunque vada, l’impegno di tutti è quello

Ore 13
Ore 13

della realizzazione di un prodotto mediatico che rappresenti unitariamente il frutto del lavoro svolto. Il tutto da presentare ad ottobre 2012 al convegno nazionale di Salerno…. quello degli incroci stradali… bivi trivi quadrivi…

Abbiamo parlato anche dell’alluvione. La magistra di La Spezia ha individuato alcune realtà meritevoli di particolare attenzione per un aiuto concreto. In particolare è stata scelta una cooperativa sociale di Borghetto Vara che ha perso tutto durante l’alluvione mettendo in serio pericolo la sopravvivenza dei servizi offerti ai minori e relativa perdita dei posti di lavoro.

Per il momento il Consiglio regionale ha stanziato 500 euro della cassa regionale, la Comunità di Cornigliano ha destinato altri 500 euro raccolti col mercatino di Natale.

La prossima giornata dello Spirito, non sarà una giornata, ma un bivacco. Si è scelto di contenere al massimo i costi organizzativi per destinare una parte delle quote ad ulteriore contributo pro alluvionati.

Il tema del Bivacco sarà un tour virtuale in Terra Santa a cura del nostro assistente regionale don Franco Anfossi.

Facciamo un passo indietro. Tra un argomento e l’altro sono arrivate anche le ore 13, ora del desinare.

La Santa Messa
La Santa Messa

La Comunità spezzina ha preparato un piatto di pasta per tutti, ma come al solito sono stati condivisi secondi, vini e dolci di ogni tipo.

La condivisione non si è limitata al cibo e ai generi di conforto: gli spazi stretti e circoscritti hanno favorito la reciproca conoscenza tra capi Agesci e magister Masci della stessa zona, progettando o programmando anche attività future insieme.

Alle ore 16,00 i pochi pellegrini giunti per la Santa Messa prevista dall’orario del Santuario, hanno trovato una chiesa piena, orante e cantante….. e concelebrante: Don Carlo, rettore del Santuario e Assistente scout, Don Franco, assistente regionale Masci e don Stelio, assistente del Genova 52.

Arrivederci alla prossima

 

 

Panorama su Monterosso
Panorama su Monterosso