Ecogioco: ecologia ed essenzialità in stile scout

Domenica 18 maggio, Arenzano si è animata per una bella iniziativa delle Comunità Masci di Cornigliano, Sestri e Pegli: l’Ecogioco.

L’evento, inquadrato nel progetto regionale che prevede la realizzazione di 4 imprese in 4 zone della Liguria, è stato realizzato con la collaborazione dell’Amministrazione del Comune di Arenzano.

L’ecogioco ha visto molte persone, grandi e piccoli, passare da uno stand all’altro, cimentandosi in prove opportunamente preparate, tutte rivolte a creare una coscienza civica, ambientale e di essenzialità: obiettivi propri dell’educazione scout.

Penso che valga la pena pensare di ripetere l’esperienza, magari in altri luoghi.

Di seguito pubblichiamo una riflessione della Comunità di Cornigliano.

Guido

 

“Eccoci qua, il giorno dopo, di un evento che mai e poi mai avremmo creduto potesse realizzarsi con tale successo. La proposta del nostro Regionale ..fare un tratto di strada insieme (3 Comunità MASCI: GE Cornigliano, GE Sestri, Ge Pegli) e condividere reciprocamente i doni e i talenti di ciascuno, ha dato i buoni frutti ed abbiamo giocato insieme con gioia e vissuto intensamente l’avventura. Certamente il progetto era grandioso e qualche intoppo c’è stato, qualche…nervosismo? ..anche, alla fine però tutto si è risolto nel migliore dei modi. Abbiamo accolto grandi e piccini, giovani (molti)e anziani tutti desiderosi di scoprire il sapore dei cibi dell’ecocucina, interessati al bioorto al riciclaggio dei materiali e alla filiera dei tappi di plastica, il cui fine è realizzare dei pozzi per l’acqua in Africa.
Il Comune di Arenzano, luogo in cui si è svolto l’evento, ci ha accolto a braccia aperte e ci ha dato l’opportunità di realizzare il progetto. Anche il tempo è stato dalla nostra parte, forse anche B.P, da lassù ci ha assistito per spiegare al prossimo come si fa a “lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato”.