Dichiarazione di Bali ISGF – 28ª Conferenza Mondiale dell’ISGF, 13 ottobre 2017 © International Scout & Guide Fellowship


DICHIARAZIONE BALI DI ISGF
“Dialogo interculturale”
Dichiarazione di Bali ISGF – 28ª Conferenza Mondiale dell’ISGF, 13 ottobre 2017 © International Scout & Guide Fellowship

Noi, i partecipanti alla 28a Conferenza dell’International Scout and Guide Fellowship (ISGF) si sono riuniti dal 9 al 13 ottobre 2017 a Bali, in Indonesia:
Considerando le difficili relazioni tra individui, culture e credenze in tutto il mondo
Considerando l’importanza del miglioramento e della pace in un mondo minato dalla guerra e dal terrorismo.
Considerando la necessità di costruire una società migliore in cui i valori dell’amore, del rispetto, della tolleranza e della pace sono ampiamente diffusi e condivisi.
Considerando l’importanza di incoraggiare il dialogo e la comunicazione tra le diverse comunità e eliminare le discriminazioni basate sulla razza, il genere, la lingua o la religione.
Considerando la necessità di sviluppare la virtù e la giustizia, per vari progetti nella propria comunità e la società, in particolare per i giovani.
Dichiarare che i seguenti principi devono costituire la base di qualsiasi azione:
1
mantenere il dialogo culturale esistente che funge da ponte sicuro tra le culture, scambiare esperienze e mantenere alti i valori comuni che uniscono l’umanità.
2. Rispettare i valori culturali degli altri e amare la diversità culturale come mezzo per allargare gli orizzonti di ciascuno.
3 – Utilizzare metodi moderni per lo scambio di programmi culturali e progetti sociali comuni in cui partecipano persone di diverse culture e si adoperano per raggiungere un obiettivo comune.
4
Incoraggiare i politici, i legislatori e altri soggetti interessati ad adottare politiche che riflettano i valori universali dei diritti umani al fine di riunirci insieme e combattere l’odio e l’intolleranza.
5 – intraprendere campagne nazionali e internazionali per promuovere una cultura della pace e aprire un dialogo, in particolare tra i giovani, per aiutarli a diventare membri attivi nelle loro società.
Raccomandiamo  alle comunità   ISGF
1 Celebrare la Giornata Internazionale di Tolleranza dal 2018 (16 novembre)
2 Partecipare al lavoro delle ONG all’interno dell’UNESCO e di altri organismi internazionali e regionali utilizzando le capacità disponibili.
3 Partecipare alle azioni sociali: es organizzazione di attività con i detenuti

 Chiedere all’ISGF

1 Incoraggiare i gemellaggi tra le amicizie locali

2 Stabilire programmi come lo “Scout and Guide Spirit Flame”, il programma di “Messaggeri di Pace” di WOSM, il programma WAGGGS ‘free to be me’.

3 Individuare un volontario o un gruppo di volontari che sono bravi a trovare sovvenzioni.

4 Promuovere una valutazione sistematica delle esperienze dei partecipanti durante le riunioni regionali e subregionali.


SI PREGA di PASSARE DALLE PAROLE ALLE AZIONI