Consiglio regionale del 16 settembre 2017


 

Scarica il verbale

 

Alle ore 14.45, il Segretario Regionale dopo aver controllato le presenze, dichiara valido il
Consiglio e dà inizio ai lavori. Sono presenti il Segretario Regionale M. Caputo, l’AE Mons. F. Anfossi,
i referenti di pattuglia, E. Casari, G.L. Pedemonte, G. Vinciguerra, i Consiglieri regionali Mapelli
L., Murari R. e Viglienzone P, il referente nazionale per la formazione M. Costa, il tesoriere
G. Lano; le comunità della Liguria sono presenti con il Magister o un delegato, escluse le comunità
di San Remo, Albenga, Imperia e Ge-Castello. Il CR inizia con la lettura della preghiera “Mostrati
Signore” di P. D.M. Turoldo e di un passo del patto comunitario (7. Fare strada nel creato).
Caputo – Facendo seguito a quanto espresso nel precedente C.R. in tema di sviluppo, introduce
l’argomento sottolineando che non esistono ricette preconfezionate, ogni Comunità dovrebbe
incentivare le buone relazioni con le associazioni giovanili, con la Diocesi e, nel caso, con associazioni
amiche.
Mapelli Facendo riferimento al libro di Geremia e ad una frase detta recentemente dal Cardinal
Bassetti (l Papa crede nella capacità degli adulti di sognare…nulla è impossibile a Dio) invita
a guardare le nostre comunità con l’ottica dei sognatori: tutti abbiamo un sogno da realizzare; la differenza
fra il sognare da adulti e da ragazzi è che i sogni degli adulti vanno consegnati, sono gocce
di memoria, semi che altri poi coltiveranno. Chiede ai magister di esprimere un sogno per seminare
futuro.
Un sogno comune per molte comunità è avere una propria sede. Occorre trovare in comunità
la forza di affidarsi. “Geremia aveva intorno solo devastazione”, nulla è impossibile a Dio. Non
smettere di avere sogni. Mettere insieme bianchi e neri è cominciato da un sogno. Messa comunitaria,
un servizio tutti assieme, la Carta di Comunità, fare strada con l’AGESCI, individuare e valorizzare
talenti, magistero che si rinnova, largo ai giovani, fare festa aperti al quartiere, costruire
ponti, plasticariamo. Gioia di stare insieme, uscita di comunità, equilibrio fra possibilità e necessità,
essere appetibili per AGESCI e CNGEI, riscoprire l’entusiasmo, trovare in comunità la forza di
affidarsi, vivere la comunità, farsi conoscere, avere una sede tutta per noi, non smettere di sognare
I sogni espressi vengono poi raggruppati in tre ambiti: VIVERE LA COMUNITA’, FARSI CONOSCERE,
SEMEL SCOUT SEMPER SCOUT che sono tre possibili vie per fare sviluppo. Sempre
per aiutare le comunità a svilupparsi. consegna ad ogni comunità una medicina(!):VITAPIENA con
indicazioni,posologia e contenuti finalizzati allo sviluppo.
Caputo – Consegna ad ogni Comunità una medicina (!): VITAPIENA con indicazioni,,posologia
e contenuti finalizzati allo sviluppo Invita le comunità di Pietra L., La Spezia e Valpolcevera 

a presentare le loro buone pratiche per lo sviluppo. Pietra L. presenta un cartellone con
foto che illustrano le attività che svolgono; La Spezia racconta la propria esperienza di sviluppo;
Valpolcevera legge la buona pratica su servizi parrocchiali. Quanto presentato dalle 3 comunità sarà
allegato al verbale.
Caputo – distribuisce i volantini sull’evento di macro area (Val d’Aosta Piemonte Lombardia
e Liguria) del 21 ottobre 2017 in Alessandria, sul tema “STILE E STILI DI VITA”; il mattino conferenza
su “stili di vita e comportamento individuale, l’impatto dei nostri consumi” di Mario Salomone,
sociologo dell’ambiente, esperto di educazione ambientale – direttore della rivista ECO, poi
ci divideremo in gruppi per lavorare su riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero raccolta tappi, eco
gioco e cucina di recupero. Dopo pranzo “Dal grido della terra e dei poveri al cambiamento puntando
su un nuovo stile di vita, ALLA LUCE DELL’ENCICLICA Laudato sì”, proposta laboratoriale
con Padre Adriano Sella, missionario del creato e dei nuovi stili di vita, Due comunità presenteranno
un laboratorio sul riciclo e un eco gioco.
Costa – ci sarà un evento nazionale, festa delle comunità dal 12 al 14 ottobre 2018 a Spoleto,
che avrà come obiettivi: a) confrontarsi su alcune tematiche del progetto nazionale (i 7 punti)
b) occupare e vivere in una città (con tempi impegnati per attività comuni, tempi da vivere a
gruppi ecc.. )
Un altro evento che rientra nel Progetto Nazionale è il seminario che si terrà a Roma l’11-12
novembre 2017, ”Attenti e sensibili al cambiamento” ; per chi volesse partecipare vedere sul sito
nazionale programma iscrizioni e logistica.
Dalle ore 16,15 alle 16,40 pausa caffè.
Caputo – Relaziona sul progetto di Venagrande. Con il sostanzioso contributo delle Comunità
liguri e con quello erogato da Eccomi è stata costruita una struttura polivalente in legno che serve
per celebrazioni liturgiche,accoglienza,oratorio ecc. Il parroco di Venagrande è stato veramente felice
del contributo scout e ha ringraziato caldamente a nome della sua comunità parrocchiale, numerosa
e con tanti bambini. Mauro insieme a Pepi Pedemonte ha partecipato alla cerimonia inaugurale,
erano presenti oltre alle autorità civili anche il Presidente nazionale Sonia Mondin, il Segretario Nazionale
Luigi Cioffi, i segretari regionali del Trentino Alto Adige, delle Marche, degli Abruzzi, e
tanti altri AASS delle Marche e delle altre regioni italiane. La struttura è stata intitolata a Beppe
Bachetti (mentre Caputo illustra, sono proiettate diapositive riguardanti la costruzione del manufatto
e l’inaugurazione). Gli altri progetti del MASCI per i terremotati sono in itinere. Alcuni AASS
della Liguria hanno partecipato ai campi di lavoro ad Amatrice. Tina Pappalardo e Piero Deganutto
(Comunità La Spezia) hanno portato in C.R. un loro contributo sull’esperienza della settimana di
campo di lavoro
È distribuito e discusso il calendario regionale con le date dei CR, dei vari eventi: Giornata dello
Spirito (con scambio dello zaino; si valuterà se arricchire lo zaino con un ulteriore contributo alla
Festa di Primavera), Assemblea elettiva (viene rammentato il percorso previsto dal regolamento regionale
per le candidature agli incarichi regionali): Dal regolamento regionale art.4.6. Le Comunità
propongono candidature a Segretario Regionale e a Componente CER individuando Adulti
Scout all’interno e/o all’esterno della Comunità stessa (in occasione del C.R. del 4/2/18). Il CER
raccoglie le candidature proposte, verifica la disponibilità degli Adulti Scout individuati al di fuori

della Comunità proponente e successivamente redige la lista delle candidature accettate che propone
al CR immediatamente precedente all’Assemblea Regionale elettiva (nel C.R del 15/4/18). Il
CR ratifica la composizione delle liste di candidati che saranno sottoposte a votazione in Assemblea.
.Il calendario viene messo ai voti e approvato all’unanimità.
Il SR distribuisce le copie del libro “Adulti in movimento” alle comunità che le avevano prenotate,
nel frattempo si prende nota dei nuovi ordinativi.
A Genova nei giorni 22 -23- 24 ottobre 2017 si terrà CN. Non essendo possibile alloggiare
come previsto al seminario a causa dello spostamento dei migranti dalla fiera al seminario, i partecipanti
saranno sistemati presso il Santuario della Guardia, alcuni di noi saranno impegnati con la
logistica, la cambusa e quanto altro servizio occorrente. E’ prevista per sabato alle ore 18 la visita al
Centro Studi e Documentazione Scout Mario Mazza, a seguire la cena presso il CEIS e alle 20.30 la
visita dell’acquario, è possibile per gli AASS della Liguria partecipare alla visita del Centro Studi
con cena e acquario, occorre comunicarlo per tempo, la spesa prevista è di € 7,00 per la cena e €
15,00 per l’acquario, è possibile partecipare anche a un solo momento.
Sanguineti- fa vedere un video realizzato a Rezzoaglio il 5 e 6 agosto 2017 da Telepace in
occasione dei festeggiamenti con AGESCI e MASCI per i cento anni di scautismo chiavarese, con
una partecipazione di oltre 150 persone.
De Lucia – Ventimiglia avrà un incontro martedì 19 settembre con AGESCI, per fare il punto
sulla situazione di servizio ai migranti: cosa fare ,tipo di servizio da erogare alla luce della nuova
situazione verificatasi con la chiusura delle Gianchette.
Il CR termina con un ringraziamento per l’ospitalità e un applauso alla comunità del Tigullio,
a seguire la Messa celebrata da don Anfossi poi la festa di compleanno della comunità con distribuzione
del minestrone .