Verbale del Consiglio Regionale del 15 aprile 2018

 

SCARICA IL VERBALE

 

 

VERBALE DEL CONSIGLIO REGIONALE del 15 aprile 2018

Presso il Circolo dell’associazione “Consorzio Sportivo Pianacci”

Via della Benedicta, 14 GENOVA

 

Alle ore 9.30 inizio del consiglio congiunto con AGESCI (Responsabili di zona e capi gruppo), con la presentazione dei responsabili delle due associazioni, il saluto e la condivisione della preghiera ,al termine della quale i due gruppi si spostano presso i rispettivi saloni per continuare i lavori.

Ore 9.45~ il SR dopo aver controllato le presenze (12 comunità presenti su 18), dichiara valido il consiglio e dà inizio ai lavori. Sono assenti: l’AR don F. Anfossi, i referenti di pattuglia G.F.Migliazzi e A. Bavassano, le comunità di Ventimiglia, San Remo, Imperia, Pietra Ligure, Genova Certosa e Genova Sestri; le altre comunità sono presenti con il Magister o con un proprio delegato.

La nuova comunità di Finale non avendo potuto partecipare alla Giornata dello Spirito, presenta  la propria piastrella sul tema Laudato Sì,che sarà affissa alla croce assieme a quelle delle altre comunità .Valeria spiega che  il disegno della  corda e del moschettone vuole  rappresentare l’essere  in cordata con tutti. Vinciguerra fa la foto per inserirla, assieme alle altre foto della Giornata dello Spirito, sul nostro sito.

Caputo ci aggiorna sulle candidature alle prossime elezioni per il rinnovo delle cariche regionali. Dopo aver interpellato i candidati delle comunità, i candidati che hanno accettato sono per la SR Caputo Mauro, per il CR Mapelli Laura (Tigullio), Viglienzone Paola (Sampierdarena), Murari Roberto (Valpolcevera) e Simoncini Oreste (Albenga). Sulla scheda elettorale si potranno esprimere solo due preferenze per i consiglieri; per quanto riguarda le deleghe ogni adulto scout può averne una sola, di un membro della propria comunità. Hanno diritto di voto tutti quelli in regola con il censimento al 30 aprile 2018. È distribuito un promemoria sulle modalità di voto, estratto dal regolamento regionale. Sono stati valutati per l’assemblea molti posti ma per motivi vari nessuno era disponibile per cui questa si propone il Centro Studi Mario Mazza, sede istituzionale.  Si prende anche in considerazione la proposta di Vinciguerra di fare l’assemblea e la  festa di primavera presso la parrocchia di Santa Croce (Valpolcevera).Verificata la disponibilità; la proposta è votata all’unanimità, pertanto le elezioni e la festa di primavera si terranno presso tale parrocchia ubicata in via Albinoni 7, seguiranno dettagli.

Nel mese di aprile si sono tenute le botteghe per lo sviluppo, la formazione e la comunicazione; per la Liguria hanno partecipato Bavassano A., – Mapelli L., Cambiaso M.L., (presente anche Massimiliano Costa  in qualità di referente nazionale per la formazione del CE)

Costa ci riassume quanto pubblicato sulla formazione nel numero di gennaio -febbraio 2018 di Strade Aperte. La formazione si deve occupare dell’accrescimento delle competenze delle persone, incidendo sul saper fare; l’educazione deve produrre un cambiamento nei comportamenti quindi sul l’essere. Sono due fasi diverse, anche se la distinzione non è così netta, pertanto molte volte i due aspetti si possono integrare. L’adulto scout è la persona che agisce nel cuore, nel creato e nella città; la finalità è far crescere il movimento, sentire, agire, valorizzare le peculiarità locali e le singole diversità, senza disperdere il patrimonio acquisito. La formazione nel MASCI non è in funzione educativa, come nell’associazione giovanile ma utile alla crescita personale e di tutte le comunità quindi del movimento. Gli eventi di carattere formativo, possono essere realizzati a livello regionale o  nazionale ed offrire occasioni specifiche: campi, routes e botteghe, riassumendo: Scoperta (gestito dalle regioni), momento d’introduzione allo scautismo degli adulti, per chi si affaccia al MASCI, sia che entri in comunità già formate o in nuove comunità; Responsabilità (a livello di macroarea, regioni limitrofe) offre la possibilità di approfondire l’acquisizione di responsabilità nella chiesa, nel movimento, nella società per un’animazione degli adulti; Competenza offre competenze specifiche utili al movimento (es. accoglienza dello straniero); Approfondimento legato agli obiettivi del progetto triennale nazionale, per sviluppare particolari temi per la crescita personale e del movimento, attraverso i campi I Care; Esperienza proposte particolari, offerte a tutti per vivere esperienze specifiche e forti che fanno parte della storia del nostro movimento,espressione della territorialità delle tradizioni,del servizio. Si è reso necessario modulare i campi della scoperta sulle esigenze dei partecipanti per cui sono organizzati a livello regionale, possono partecipare anche adulti esterni al movimento. Altri campi sono organizzati a livello nazionale per esempio per la formazione degli animatori e dello staff per i campi. Per chi volesse approfondire l’argomento può rileggere l’articolo già citato (strade aperte di gennaio febbraio 2018 IL NUOVO CAMMINO DI FORMAZIONE DEL MASCI.)

Mapelli ha partecipato alla bottega della comunicazione. Strade aperte è il giornale istituzionale del movimento, è diventato bimestrale con allegato trimestrale su argomenti specifici; sul giornale siamo tutti invitati a presentare articoli, eventi, eccetera. Oggi tutti possiamo partecipare con i nuovi strumenti per far passare velocemente e mettere in rete notizie, informazioni e altro. Usiamo questi strumenti , se possibile stabiliamo  contatti con TV locali e/ o giornali, che possono diventare canali per lo sviluppo oltre a diffondere e pubblicizzare notizie, iniziative eventi (vedi campi di lavoro ad Amatrice ecc) del nostro movimento. Per quanto riguarda il nostro giornale e l’inserto trimestrale si potrebbero stampare copie in più da distribuire e vendere a prezzo popolare (il ricavo a favore della libreria distributrice) tramite le librerie san Paolo, oppure regalarle a livello regionale tramite le comunità. 

Vinciguerra invita le comunità a comunicare le e-mail che diversi adulti scout non hanno fornito, nel caso qualcuno cambi l’indirizzo di posta elettronica è pregato di comunicarlo, per aggiornare la mailing list regionale, al fine di poter raggiungere con le notizie più AASS possibili. Ci sono due gruppi WhatsApp del Masci: una è l’Agorà a cui possono partecipare tutti gli AASS della regione, nessuno vieta che possa essere aperta anche ad esterni, l’altra serve per il CR, solo per comunicazioni di servizio.

Casari a proposito di W.A.- Agorà invita ad usarla bene evitando il diffondersi delle catene di Sant’Antonio,  filtrando e comunque mettendo  delle regole per l’uso di questi sistemi

Zannoner (Pegli) ricorda che il 22 aprile 2018 alla S. Messa delle 9,30 presso la cappella Doria in via Beato Martino 9, saranno ricordati gli AASS Scout che ci hanno lasciati. Durante la cerimonia si potranno leggere i nomi dei defunti delle nostre comunità, in tale occasione ricorrendo san Giorgio si rinnoverà la promessa; chi non potrà partecipare, può far pervenire l’elenco dei defunti che saranno ricordati dai presenti. Comunque per eventuali dettatagli prendere contatto con Salvatore 348 1853665 (distribuzione della locandina ai presenti). Stanno preparando il calendario 2019 che sarà posto in vendita per autofinanziamento.

Caputo comunica che gli iscritti a Spoleto della Liguria a oggi sono 54, in rappresentanza di 11 comunità, alloggiati in hotel a 3 e 4 stelle dentro Spoleto. Come regione si farà il pullman. Ricorda ai magister di iscrivere entro il 30 aprile le comunità a uno dei 6 temi (tema su cui la comunità ha lavorato e si racconta, comunica agli altri qualcosa che ha vissuto) e di metterne uno di scorta. Per successive notizie controllare sul sito del MASCI nazionale.

Il sig. Massimiliano Monaco, invitato a parlarci della Banca Etica, in cui lavora, ci rammenta che AGESCI è socia fondatrice di Banca etica a livello nazionale. Fa un excursus sul percorso che ha portato alla nascita di questa banca e sulle sue finalità; ci illustra l’operatività che ha tale banca con la certezza che il risparmio serve a produrre valore sociale e ambientale:

La Banca Etica conta su migliaia di soci, che sono i veri proprietari della banca, ne garantiscono l’indipendenza dai grandi gruppi economico-finanziari e ne sostengono lo sviluppo.

I soci condividono attivamente la vita della Banca attraverso l’Organizzazione Territoriale dei Soci. Uno strumento unico nel panorama bancario, che si articola in Circoscrizioni locali e in Gruppi di Iniziativa Territoriale. La sua funzione è di collegare l’attività della Banca ai bisogni del territorio, stimolando il ritorno mutualistico proprio della nostra organizzazione.

Le nuove normative sul credito impongono alle banche un rafforzamento patrimoniale in assenza del quale non è possibile aumentare l’erogazione di finanziamenti all’economia civile e solidale. Per questo la scelta di diventare soci di Banca Etica è un modo per raggiungere l’obiettivo e perseguire insieme l’interesse più alto: quello di tutti.

Il sito di Banca Etica è www.bancaetica.it     Il lunedì dalle 18.30 alle 19.30 su Caterpillar (radio 24) si possono ascoltare pillole di finanza etica tenute dal presidente, Ugo Biggeri

Vengono ancora dati alcune comunicazioni:

-il 3 maggio a Roma si terrà il seminario internazionale ”FARE STRADA IN EUROPA E NEL MONDO”,(si avvierà il progetto di portare la Petizione al Parlamento europeo, condividendolo con altre associazioni scout che si riconoscono nell’ISGF).

-la comunità della Valpolcevera comunica, per i 50 anni di attività, l’evento che si terrà il 27 ottobre presso il teatro della società operaia cattolica di Certosa:”EDUCARE IN ETA’ ADULTA,UN’OPPORTUNITA’ E UNA PROMESSA” Sarà presente anche la nostra presidente Sonia Mondin