M.A.S.C.I. - Regione Liguria - Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani - La proposta di Educazione permanente per adulti
 
"Siamo uomini e donne provenienti da strade ed esperienze diverse, ma uniti dalla convinzione che lo scautismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più piccoli, deboli ed indifesi" (dal Patto Comunitario degli Adulti Scout)
100 anni di Vita
 
 
 
100 ANNI DI VITA DI RITA LEVI MONTALCINI

Roma, 16 apr. (Adnkronos Salute)
"Sono profondamente commossa: sono arrivata a 100 anni dopo una vita vissuta con gioia, un premio che pochi hanno avuto".

Con queste parole Rita Levi Montalcini ha iniziato il suo discorso per la cerimonia che le stata dedicata questa mattina all'Istituto superiore di sanit (Iss) di Roma, che le ha anche intitolato un'aula in cui sono custoditi i documenti di studio di tutti gli scienziati premi Nobel che hanno lavorato all'Iss.

"Non immaginavo di arrivare a questa et - ha proseguito la Montalcini - ma questo forse il mio segreto: il totale disinteresse per la mia persona e l'interesse verso il mondo. Quando ero giovane volevo andare come Albert Schwaitzer a curare i lebbrosi in Africa.

Non ho potuto realizzare questo desiderio ma alla fine della mia vita, nell'ultima tappa che quella attuale, realizzo il sogno di venire in aiuto delle popolazioni che abbiamo sfruttato dal tempo della schiavit. Aiutare gli altri l'unico motivo per cui ho lavorato. Ho avuto fortuna, non penso merito, ma solo fortuna. Non ho avuto sofferenze. Si parlato della mia vita come commuovente, ma non ho mai sofferto". "Oggi alla giovent presente posso dire che l'unico segreto che trasmetto : mai pensare alla nostra persona, ma vedere il mondo intorno a noi, pensare alla stupenda bellezza della natura e dell'uomo.

Non ho segreti - ha assicurato la scienziata - posso consigliare soltanto di essere felici di essere vivi e di poter essere d'aiuto agli altri. Tornare all'Iss a questa et, a 100 anni, mi fa rivivere quello che ho vissuto con alcuni di quelli che sono oggi qui presenti e ripercorrere molte tappe del mio percorso lunghissimo, ma senza sofferenza, senza dolore. Persino le persecuzioni contro gli ebrei non mi hanno dato fastidio, ma posso dire che la dichiarazione che la mia razza era inferiore non poteva essere un maggiore regalo: grazie a questa dichiarazione ho lavorato in camera da letto e scoperto quello che poi mi avrebbe portato al Nerve Growth Factor" (Ngf, che le valso il premio Nobel nel 1986).
Rita Levi Montalcini

 
 
M.A.S.C.I. LIGURIA - © 2004 - Official Web Site - info@masciliguria.it - Hosted by www.guidovinciguerra.com